Pagina 1 di 1

NOVELLINO! ragazzi statemi vicino.

MessaggioInviato: 04/02/2015, 15:42
da lornurs93
Ciao a tutti ragazzi! Sono nuovo tra voi. Vedo che siete sempre molto solidali in questo forum, quindi vorrei raccontarvi la mia storia, e chiedervi qualche opinione e qualche rassicurazione in merito a quello che è convivere con questo ospite nel nostro corpicino.
Ho compiuto da poco 20 anni, tutto è iniziato ad agosto 2014. Mi sono fidato di un ragazzo molto più grande di me. Mi ha portato fuori a cena, mi ha fatto conoscere in primo acchito amici e famiglia, una gentilezza unica, e dopo qualche uscita siamo partiti a farlo scoperto. è bastata 1 sola notte, una, posso garantirvelo. Non sono qui per darmi ansie o sensi di colpe. So che sono inutili e con questo ragazzo ho un perfetto rapporto. Non sapeva di esserlo e la colpa è stata altresì mia che non mi sono imposto sufficientemente. :oops:
Dopo 15 giorni... parto a sentire delle piccole escrescenze nell'ano, davvero casualmente (e ringrazio il signore di avermele fatte percepire), erano condilomi. Prima dal medico di base, che mi indirizza dal dermatologo, il quale, mi indirizza direttamente dal chirurgo in quanto la sua competenza non arrivava oltre, visto che invadevano anche il canale anale. Ovviamente mi sono stati fatti gli accertamenti vari: HIV, HCV, treponema eccetera. tutto negativo. ho tirato un sospiro di sollievo e mi son messo l'animo in pace.
Poi è arrivato il 1° dicembre. Giornata che tutti noi conosciamo meglio da quando veniamo a conoscenza della nostra condizione... Ho rifatto le analisi, e con mio stupore... ero risultato HIV+... Non vi dico la reazione. Ho sentito un brivido lungo la schiena. L'infettivologa che mi segue non mi dimenticherò cosa dovette fare. MI dovette prendere da terra. Mettere sul lettino. Darmi delle goccine di calmante... Mi ha preso sotto la sua cupola già da quel giorno come tuttora sta facendo. Ci sono poche persone che stimo così tanto, tra queste lei è una di quelle. I miei genitori increduli, arrivano in ospedale mia mamma e mia zia con le lacrime agli occhi...
Dopo qualche giorno, torno a fare le analisi per la conta. Avevo 540 CD4, percentuale 29%, carica virale 62mila...
Parto subito con la terapia, Atripla, dal 1 gennaio e già al 22 gennaio avevo 580 CD4, percentuale 33% e carica virale 170. La mia infettivologa dice che ho una risposta ottima, voi cosa ne dite?
Mi potete ripetere ancora una volta che invecchierò oltre i 70 anni e non morirò di aids? Mi potete dire che visto che voglio fare l'infermiere e sto studiando per questo lo potrò fare senza problemi? Qualche parolina di rassicurazione... Vi ringrazio in anticipo, vi voglio bene. :P