Riprendermi da uno spavento

Archivio risposte della Dott.ssa Valentina Penta,psicologa presso i reparti di Psichiatria e di Psicologia dell' A.O. Cotugno di Napoli,ora Ospedale dei Colli, sulle problematiche psicologiche delle persone in attesa del risultato del test HIV.

Questo servizio non vuole e non può sostituirsi in alcun modo al contatto diretto con un operatore sanitario.
Il trattamento dei dati degli utenti osserva le disposizioni della legge sulla privacy.

Riprendermi da uno spavento

Messaggioda pakkio » 12/06/2012, 12:57

Salve...
vi racconto in breve la mia storia:

A gennaio sentìì per telefono un mio ex estivo, con il quale ebbi rapporti non protetti, il quale mi confidò che aveva da poco scoperto di essere sieropositivo.
PASSAI UNA GIORNATA NEL PIENO PANICO, sono poi molto ipersensibile e le vivo molto fisicamente le cose.
Feci il test che risultò Negativo!

Preso da paranoie ne effetuai anche un altro, anch'esso negativo.

Poco tempo dopo, venni a scoprire che un ragazzo con cui avevo fatto del sesso, breve orale, e penetrazioni(queste PROTETTE) era anch'esso positivo.

Rientro nel buio!!!
altri 3 test a 55, 90 e 140 giorni.

Non vi dico come si sia chiuso il mio cuore e i miei approcci.

In quest'ultimo periodo cerco di sciogliermi ed ho frequentato un po' di persone, senza però esser arrivato mai al sesso completo, solo masturbazioni.

Una settimana fa conosco in una disco un ragazzo, con il quale mi baciai...ci scambiammo i numeri e ci sentimmo
visti gli ultimi spaventi, ho voluto precisare che ero una persona che voleva prima di far sesso, frequentare.
siamo usciti 3 volte, qualche bacio...ma niente sesso e niente masturbazione, semplici uscite.

Ieri sera mi ha confidato esser sieropositivo, lo sapeva da un anno e che ancora non gli hanno fatto iniziare le medicine...ed io ricado nel panico.

Prima mi spaventava il sesso non protetto e vivevo la vita sessuale tranquillamente, poi mi creava ansia anche quello protetto e ora finisco anche per aver paura dei baci.

come uscire da questo tunnel?!!?
pakkio
Senior
Senior
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 03/04/2012, 11:52

Re: Riprendermi da uno spavento

Messaggioda Ice82 » 12/06/2012, 16:24

Per quanto riguarda la componente psicologica lascio la parola agli esperti.

Comunque io in primis apprezzerei molto il fatto che questo ragazzo ti abbia detto della sua condizione, non capita così spesso ai primi incontri. Per i baci il rischio di trasmissione è praticamente nullo (a meno che non ci siano ferite nel cavo orale), così come non ci sono rischi se si pratica sesso protetto.

La paura dopo una notizia del genere credo sia normalissima. Io sono sieropositivo, il mio ragazzo no. Viviamo felicemente insieme da 6 anni. A parte la paura iniziale lui ha accettato la mia condizione, ci baciamo tranquillamente, i rapporti sessuali sono sempre protetti e va tutto bene. In ogni caso se queste paure limitano la tua vita io ti consiglierei un consulto psicologico per aiutarti a vincerle, a maggior ragione se il ragazzo in questione ti piace.

Ciao!
Ice82
Nuovo utente
Nuovo utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 12/06/2012, 13:29

Re: Riprendermi da uno spavento

Messaggioda valentinapenta » 13/06/2012, 8:10

Caro pakkio,
per quanto spiacevoli, le sue esperienze testimoniano l'importanza di rivelare la propria sieropositività al partner, sia fisso che occasionale.
Concordo infatti con ice82 che le fa notare la correttezza dell'ultimo partner da lei avuto.
Immagino che non sia stato facile ogni volta combattere le paure e le ansie da contagio.
Finchè gli eventi non ci toccano da vicino, non li concepiamo come possibili quindi reali.
Tuttavia, da quanto leggo, credo che lei sia riuscito, di volta in volta, ad adottare corrette strategie per fronteggiare il problema, sottoponendosi ai test e vincendo le paure per un nuovo incontro .
Ripetere lo stesso test più volte a più giorni di distanza risulta una reazione tipica all'ansia da rischio, che, nel suo caso, si sarebbe configurato in modo realistico. Perciò non ravvedo modalità patologiche di affrontare la situazione.
Per quanto riguarda l'ultimo episodio cerchi di tranquillizzarsi ( in questo forum non si effettuano consulenze infettivologiche ma concordo nuovamente con ice82 nel rintracciare un rischio basso) di fare in modo che comprometta le sue relazioni future.
Aprirsi a nuovi incontri può comportare dei rischi in tutti i casi e di tutti i tipi. La sua esperienza diretta deve aiutarla a gestire nel migliore dei modi comportamenti di prevenzione e di gestione del rischio e non crearle un blocco emotivo.
Saluti

Dott. Valentina Penta
valentinapenta
Psicologo
Psicologo
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 14/03/2012, 15:22

Re: Riprendermi da uno spavento

Messaggioda pakkio » 13/06/2012, 9:17

Grazie!
Scusate ma come basso
Rischio il
Bacio?!... dott.ssa Ortolani dice che il bacio non è mai a rischio e che non devo fare il test!
pakkio
Senior
Senior
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 03/04/2012, 11:52

Re: Riprendermi da uno spavento

Messaggioda Ice82 » 13/06/2012, 11:10

In assenza di ferite aperte di entrambi i partners il rischio è praticamente nullo. E te lo dico perchè sono del campo. In ogni caso come ha giustamente detto la dott.ssa Penta, qui c'è la consulenza psicologica, non quella infettivologica. Anzi, mi scuso per essermi intromesso senza averne facoltà.
Ice82
Nuovo utente
Nuovo utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 12/06/2012, 13:29


Torna a Problemi psicologici in attesa del test HIV

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti