Distribuzione di profilattici nelle scuole

ROSARIA IARDINO E PAOLA CONCIA INSIEME A MONTECITORIO PER PRESENTARE UNA PROPOSTA DI LEGGE IN MATERIA DI DISTRIBUZIONE DI PROFILATTICI NELLE SCUOLE SUPERIORI E NELLE UNIVERSITA’

1 dicembre Sala delle Conferenze Stampa – Palazzo Montecitorio ore 11.30
Via della Missione, 4

Mercoledì 1 Dicembre 2010, in occasione della giornata mondiale di lotta all’AIDS, la deputata del PD Anna Paola Concia e Rosaria Iardino, Presidente di NPS Italia Onlus – Network Italiano Persone Sieropositive hanno indetto una conferenza stampa a Palazzo Montecitorio per presentare una proposta di legge in merito alla distribuzione di profilattici e materiale informativo nelle scuole superiori e nelle università per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.
Una proposta che non vuole essere una provocazione ma un mezzo concreto per assicurare ai giovani l’accesso agli strumenti propri della prevenzione e ad una corretta informazione per garantire una sessualità responsabile e consapevole, nonché libera.

L’incontro con la stampa è preceduto dall’invio di una lettera a firma dell’On. Concia e di Rosaria Iardino, con un profilattico all’interno, da far recapitare ai deputati e senatori martedì 30 novembre in cui con dati alla mano, (in Italia i casi di Aids registrati sono 22.000 e ci sono almeno 160.000 persone sieropositive, di queste almeno 40.000, tra i 13 e i 75 anni, non sanno di essere infette; il rapporto sessuale non protetto è la causa della diffusione del virus nel 74% dei casi) si richiama l’attenzione su una problematica seria che non può più essere ignorata.
Oggi l’Italia si piazza al terz’ultimo posto nella politica e le azioni intraprese dal governo nella lotta all’AIDS. Un risultato sconcertante e preoccupante che deve essere ribaltato. Per questo motivo la proposta di legge rappresenta un’azione concreta per proteggere da un virus che solo in Italia colpisce ogni anno 4000 persone di cui il 50% appartenente alla fascia di età tra i 15 e i 24 anni.

“Le politiche fallimentari del governo in materia di azioni volte alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili dimostrano l’assoluta urgenza di iniziative importanti per fermare il diffondersi del virus dell’HIV; e l’unico mezzo per arrestare l’avanzata del virus è l’uso del profilattico che deve essere vissuto in modo naturale dai giovani, senza tabù né paure”

Comunicato stampa NPS Italia