aiuto psicologico

Archivio risposte della Dott.ssa Valentina Penta,psicologa presso i reparti di Psichiatria e di Psicologia dell' A.O. Cotugno di Napoli,ora Ospedale dei Colli, sulle problematiche psicologiche delle persone in attesa del risultato del test HIV.

Questo servizio non vuole e non può sostituirsi in alcun modo al contatto diretto con un operatore sanitario.
Il trattamento dei dati degli utenti osserva le disposizioni della legge sulla privacy.

aiuto psicologico

Messaggioda gianni86 » 25/01/2016, 18:27

sono stato con una trans dopo che il giorno prima avevo avuto una furiosa lite con la mia ragazza, è stata la mia prima esperienza omosessuale , preso dalla foga e dalla stupidità gli ho praticato sesso orale senza però eiaculazione, ho vissuto un mese d'inferno, i sensi di colpa mi hanno divorato, sono persona davvero ansiosa e ipocondriaca, ho 27 anni e ho passato la mia vita in quasi ogni singolo momento con tremila preoccupazioni per qualsiasi situazione, mi sono dato le patologie più disparate, sembra come se cercassi ogni volta un motivo per il quale preoccuparmi, per il quale pensare che finirò di vivere bene, penso di aver bisogno di entrare in psicoterapia,ho pensato quasi che l'andare da quella escort trans(pagando tral'altro profumatamente) sia stata una conseguenza della mia tendenza autolesionistica in quanto ero consapevole dei rischi ma mi trovavo come in uno stato di "trance" in quel momento, ho anche chiesto poco prima in un forum se la trans in questione era pulita o meno e che PREFERIVO UTILIZZASSE IL PRESERVATIVO PER OGNI ATTO, ho fatto due test a 25 e a 32 giorni negativi ma non riesco ancora a tranquillizzarmi, spesso piango quando la mia ragazza mi manda un messaggio dolce, per fortuna in questo mese sono riuscito a fare con lei sesso protetto con una scusa, non mi sarei mai perdonato per averla infettata, è una ragazza bellissima con una splendida carriera, io invece sono solo uno sfigato
gianni86
Nuovo utente
Nuovo utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 25/01/2016, 18:07

Re: aiuto psicologico

Messaggioda ada » 27/01/2016, 16:53

Ciao come ti scrivevo nel poste dedicato ai test per quanto riguarda la salute non ci sono problemi, per la testa invece mi sembra che i problemi sono tanti.

Sicuramente hai dei sensi di colpa per quello che hai fatto e sembra che tu voglia cercare a qualsiasi costo un qualcosa che abbia la funzione di una punizione. Che tu ti renda conto di aver sbagliato è già per se un passo avanti, ora il passato non si può cambiare, quel che è fatto è fatto, ma può essere un motivo di cambiamento per fare scelte in maniera consapevole e non istintiva.
Una soluzione per fare un percorso di crescita potrebbe essere della psicoterapia, ma questa non può essere fatta on-line ma deve essere strutturata con un psicologo in uno studio con una certa cadenza temporale. Ti consiglio di cercare sul tuo territorio una struttura dedicata per questo.

Ada
Avatar utente
ada
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 791
Iscritto il: 07/11/2010, 16:16


Torna a Problemi psicologici in attesa del test HIV

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti